giovedì 17 settembre 2009

L’estate stà finendo….

E allora spariamoci una bella musichetta allegra e convinciamoci che anche l’autunno ha il suo bel perché, come le zucche, le castagne, il vino speziato, il caco… e tante nuove ricette da scoprire e da provare…

Intanto sulla blogsfera è un pullulare di ricette estive, sarà per tirare alle lunghe il più possibile questi ultimi scampoli di sole, riparandoci dai primi grigi?

E invece di zucche e castagne si parla ancora (anzi di più) di fichi, di pesche, d’uva e… di pomodori!

02 - lavati

Perché il pomodoro è il simbolo dell’estate!
Rosso, sugoso, dolce, con il sole che l’ha fatto maturare catturato nella polpa, non come quelle cose anemiche, traslucide, sciapide, che sanno di plastica che si trovano tutto l’anno nei banchi dei super.

In questi giorni ho letto di conserve di pomodoro, di pasta al pomodoro, di crostate di pomodoro… e siccome mi piace uniformarmi, ma una volta tanto…. va là che posso farcela…. vi dico la versione Gatteria!

E’ un ingrediente che compare spesso nella mia cucina, retaggio della mia bella Isola dove è fondamentale per molti piatti, dalla zuppa di pesce a Sa panada.

E siccome da questa parte del mare non lo trovavo, mi sono messa di buzzo buono e tutte le estati lo preparo con le mie zampine…

Indovinato?

Il pomodoro secco

02 - chiuso

…Che, se già i pomodori di loro sono un concentrato di sole, il pomodoro secco… di più!

O si…. non gli bastano mica 4 raggetti striminziti!

No no, lui vuole il sole grande, caldo, tanto caldo e tanto sole!

03-Sale e Sole

E se ne sta li, a pancia sopra, tutto bello impomatato di sale grosso, disteso a bere il sole, ad accumulare il sole, a farsi delle abboffate di sole…

Sta li per tutta la giornata, sputacchia fuori l’acqua e incamera il sole… però come scende la sera pretende di essere riportato subito dentro!

Che paura gli fa l’umidità!

Corri corri a riportare dentro tutte le cassettine-lettino solare! Corri che si arriccia tutto, mettilo al riparo in casa…. magari sopra un tappeto vecchiotto, perché dallo spavento piangerà lacrime di sale ancora per tutta la notte.

E poi la mattina…. lo riporti fuori…

04 - Il giorno dopo

E lo vedi che ha un aria un po' miserella… tutto arricciato, ha perso tutta la sua boria salata, si domanda se il sole c’è davvero di nuovo o se lo vuoi buttare allo sbaraglio.

Ma si pomodoro bello, si che c’è il sole…..

E allora vai a rimettergli la protezione…. uno per uno….

05 - La seconda salatura

Metti il sale, spargi il sale, metti il sale, spargi il sale… una cosina un po noiosa se devo dirla tutta…

E quando li hai di nuovo protetti con la loro bella copertina bianca, loro riprendono subito la boria e pretendono sole, sole…. tanto sole….

06- Panorama salato

C’è un po' da invidiarli, stesi li a ricaricarsi di energia mentre tu trottoli in giro tutto il giorno.

E dentro la notte, fuori la mattina e rimetti la copertina… che stress!

Intorno al terzo giorno, se il sole è stato di suo gradimento, la copertina della mattina non la devi rimettere, perché la notte smette di piangere e sta più tranquillo….

E tu però non puoi mica smettere di curarlo, e no… che ti pensi!

Della copertina non ha più bisogno, però iniziano i massaggi!

E si, perché a furia di arricciarsi dalla paura gli sono venute le contratture ai bordi, al pomodoro, e quindi quando lo porti la mattina fuori al sole, lo devi delicatamente allargare, perché possa esporre al sole TUTTA la sua superficie rossa e carnosa di accumulatore ad energia solare.
07 - Quasi pronto

Piano piano, come un massaggino decontratturante (ma dimmi te), perché altrimenti gli si rompe la buccia e a lui questa cosa qui non piace mica!

E ci vuole tempo…. in Sardegna in una settimanella erano belli pronti e sotto vetro…. qui mi occorrono anche 10 giorni…

…e si vede che il sole è diverso, e il pomodoro, si sa, è di buccia… ops… di bocca buona!

Poi un giorno, finalmente, ti accorgi che si sta stancando e le sue batterie sono quasi cariche,
08 - Quasi pronti insieme

l’acqua è andata via quasi tutta e per ogni goccina persa il pomodoro ha accumulato sole.

Quando gli schiacci la parte cicciottella senti che non si spiaccica più come un cuore di marmellata, ma fa solo un piccolo “sguisc” fra le dita.

Ancora poco, forza signor pomodoro, la sua fatica è quasi terminata!

Così aspetti un bel giorno… di sole, e piano piano inizi a chiudere le due metà una sull’altra…

10 - Paninetti al pomodoro

le metti insieme, le scuoti piano per togliere il sale in più, premi dolcemente tutto in tondo (lo vedi a cosa sono serviti i massaggini?) e fai combaciare il più possibile i bordi del pomo-panino.

A volte mentre prepari questi panini di sole, ti accorgi che sono ancora un pochino spaventati all’idea di lasciare l’estate e andare incontro all’inverno.

11 - Pronti partenza

E siccome anche tu non vorresti lasciare l’estate per l’inverno, allora li accontenti e li lasci ancora li… un altro giorno, a bearsi ancora un poco sotto quel sole caldo, ad accumulare energia, forza… sole!

Ma è giunta l’ora di abbandonare il campeggio estivo!

Si va dentro il barattolo… tutti vicini vicini per farsi compagnia nei lunghi mesi che verranno.

Prima di chiudere il coperchio li lasci respirare ancora, qualche boccata d’aria, un altro giorno?
Così si tranquillizzano e poi avviti il coperchio e li metti al riparo, al fresco e al buio, preferibilmente, così si addormentano.
Magari mentre dormono un po' di acquetta la tirano fuori ancora…. ma non c’è da preoccuparsi!
E’ il sale che continua a lavorare anche mentre i pomodori dormono beati…

01 - Barattolo

E quando in inverno tu prenderai uno di questi pomodorini e lo metterai in un soffritto, in un intingolo, in un sughino, in una zuppa o nel minestrone…. tutto il sole racchiuso si sprigionerà nel piatto!

E a tavola porterai ancora l’estate!!

nasinasisalati

34 miagolio:

sweetcook ha detto...

Sono contenta dìche la crema di melanzane ti sia piaciuta, io non vedo l'ora di rifarla :)

I tuoi pomodori devono essere ottimi :)

sononera ha detto...

wow! magnifici..
è vero, l'estate è ufficialmente conclusa, oggi inizia l'autunno e se Dio vuole, la mia dieta..santamammadeifelini, non ce la posso fare...un tripudio di colori questi pomodori, e me li sono immaginati sopra una pizza fumante fatta in casa.. da sturbo, direi!
volevo sapere..ma che fine ha fatto quel micio nero meraviglioso che era il mio prediletto?

miciapallina ha detto...

sweetcook quella cremina di melanzane è andata via come il pane... anzi sul pane! Ma anche sui felafel, sul riso.... a cucchiaiate!
Non sai quanto ti ho pensata!

sononera, dai, venite alla Gatteria! Te ne regalo un vasetto!
Il micio nero, Ambrogio, ha trovato una casa splendida, in cui è amatissimo e, soprattutto, dove è figlio unico.
E' stato dolorissimo separarmene, ma lui pativa a dividere il nostro affetto con tutti gli altri pelosi e e gli altri pelosi soffrivano la sua presenza.
Ma mi manca tantissimo....
So che è felice, amatissimo dalla sua nuova padrona e perfettamente ambientato nella sua nuova casa.
A presto avrò anche sue foto....
L'affido... è una brutta bestia.
nasinasi

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

la poetessa del pomodoro secco sei!!!!

non crederai mica che se non ci sentiamo io non pensi a te, vero? la copertina accompagna i sonni, seppur brevi, di Sara nella carrozzina, e ieri ho finito la tua ottima gelatina di arance... l'ho centellinata durante le mie colazioni.

un abbraccio e te e GG
bacinasi

miciapallina ha detto...

Oibò... addirittura poetessa!
eheheheheheh
Picina la mia SAra, dorme poco e fa impazzire mamma e papà?
Ma no.... è troppo bella per farvi impazzire!
A proposito .... posso usare quel piedino come sfondo?
Posso stamparlo e appendermelo in camera? (devi sapere che ho le foto dei miei bimbi tutte appese in camera. Altro che angeli custodi!!)
Posso?.....

miciapalinacommossainarancione

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

e me lo chiedi?
... ma, ma, ma sono domande da farsi?
cerrrrrto che puoi!!!!
bacinasi

cielomiomarito ha detto...

Se solo avessi la metà della tua pazienza, saprei cosa fare con la tonnellata di pomodorini prodotti dal mio (quet'anno) miracoloso orto.... ma siccome sono pigra, mi accontnterò di farne conserva :)
fron-fron-fron

sabrine d'aubergine ha detto...

Questa tecnica dovrei impararla per bene, visto che i poomodori secchi li adoro e ne faccio largo uso. Fino ad oggi sono stata beneficiata da forniture direttamente provenienti dalla Sardegna (se i pomodori ti servono anche per sa panada, magari sai dov'è...), che mi durano tutto l'inverno. Il mio problema è che in questa città, di sole bello forte da farci i pomodori secchi non se ne parla neppure... comunque sapere come si fanno può sempre tornare utile. Grazie per il bel post! A presto

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Ma quanto devono essere buoni questi pomodori coccolati dal sole e massaggiati dalle mani della Micia? Dici che ci arrivano fino a Natale per farmene assaggiare uno?
Un abbraccio forte forte
Mi mancate tanto anche voi
Alex

Sarah ha detto...

Ok, ora a Gooooooooogle gliene dico quattro, anzi otto!
Prima gira da me degli schizzati che cercano come fare "ruote per bighe di legno" (???????) e poi non mi aggiorna quando la Micia posta?
Basta, qui ci vuole un'insurrezione! E? uno scandalo, hai postato addirittura giovedì ed io non ne sapevo nulla!
Se non passava Alex da me ed accennava ai tuoi pomodori mica lo sapevo io....
Che bel racconto hai fatto, mi hai fatto venir voglia di venir lì ed accarezzare quei dischi solari uno per uno, di fargli i massaggini e sussurrargli paroline dolci...

Laura ha detto...

ti ho mai parlato di questo blog?

lapentolachebolle.splinder.com ?

Purtroppo le immagini del template al momento non ono visibili causa server crollato ma leggiti l'ultima ricetta pubblicata ;)

miciapallina ha detto...

cielomiomarito hai detto una cosa giusta... ci vuole pazienza!
Porta fuori, porta dentro, porta fuori, porta dentro....
Però poi alla fine la produzione ti ripaga tutti i sacrifici!
Pensa un po che io invidio voi che fate la passata!... potessi...

sabrine in effetti sono Cagliaritana di nascita e di vita. Trasferita a roma da pochi anni!
Hai ragione... sembra un esagerazione, ma anche con questo sole caldissimo (quest'estate non si può dire che non abbia fatto bel tempo) non vengono uguali!
SArà il vento che da noi tira sempre (San MAestrale!), sarà che è meno umido, sarà che anche l'aria è salmastra, nell'isola si preparano prima, si preparano meglio!

Alex tranquilla che a natale ci arrivano! La produzione è stata quasi industriale!
Adesso etichetto i barattoli e poi li conto! Ci manchi!

Sara fino a che la Cripta mi permette di postare io posto!
E poi vedi che il tam tam ci unisce sempre?

nasinasi

miciapallina ha detto...

Laura carino carino!
sto ancora ridacchiando dalla "licetta cinese"!
adesso vado al leggermelo con calma.
eheheheheheh

Ros ha detto...

Bel racconto micia, come sempre!

Invogli a prepararli...

...se vieni a prepararli in Kuwait questi pomodori, ci metterai grazie al sole kuwaitiano, mezz'ora a farli seccare anziche' 10 giorni...LOL ;p
qui siamo passati da 47° a 40° gradi e diciamolo pure, comincia il fresco...:D

Saretta ha detto...

Che spettacolo Micia!!!!IO li adoro, e li uso spessissimo in cucina!I tuoi racchiudono l'estate e tanto amore di chi li ha portati ad appassire così dolcemente!
Un abbraccione :)

miciapallina ha detto...

Ros, da 47° a 40°?
Più che fresco direi che sta facendo freddo li da voi!
eheheheheheh

Saretta sembra strano, ma un pomodorino così, lavato dal sale, messo in u soffritto, cambia decisamente il gusto... più caldo direi!
Come fare il fuoco con un ber pezzo di castagno o con l'eucaliptus!

nasinasi

Cannelle ha detto...

Bravissima! E Che belle foto!!!Adoro i pomodorini secchi, mia mamma me li prepara al sole della Calabria e io me li gusto tutto l'inverno.
Kissessssssssss

NB Auguri al fratellone per la sua nuova moto. Vi invidio da morireeeeeeeeeeee!!!!

Ilaria ha detto...

Che bella la storia del pomodoro salato! Mi hai ricordato tanto mio nonno che quando l'estate arrivava con tanta pazienza tirava fuori la tavola e li stendeva li al sole per un paio di giorni!
Mi piacerebbe prepararli anche qui a Boston, ma il tempo e` troppo instabile, finirebbero umidici e con i piedi a mollo...
Qui a Boston li trovo al supermercato per fortuna, ma non son salati...e non hanno il sole della sardegna nel cuore.
A presto,

Ilaria

MasterMax ha detto...

Ricordo mia nonna e mia madre con quanta pazienza e maestria li preparavano e li distendevano al sole e io che, adorando il sale, ne rubavo uno al giorno per mangiarlo e finivo con il bere per il resto della giornata, arso dal sale. Ricordo le tavole coperte di salsa di pomodoro ad asciugare per ottenere "l'estratto": una salsa tipica siciliana della consistenza del pongo da usarsi in inverno.
Tanti ricordi che son venuti fuori da soli grazie a te.
Ancora oggi mangio i pomodorini secchi così, da soli: certe cose non cambiano.
Un abbraccio.

Gaia ha detto...

Era lungo, non sono abituata a leggere per intero post cosi' impegnativi, ma il modo che hai avuto di descrivere come si caricano di energia mi ha affascinato.
Grazie!

miciapallina ha detto...

Cannelle ma dai!
Davvero ti piacciono le mie foto?
E' il soggetto che meritava!
Pomodori pigrissimi!
Comunque io mi prendo il complimento (che goduriaaaaaaaa) e me lo tengo stretto stretto!
Acci.... stai in Puglia vero?
Altrimenti ti invitavo a fare un bel giretto!
DAi, vieni?
Partiamo domani!!!

Max è bellissimo condividere i ricordi e scoprire quanti fili legano persone che nemmeno si conoscono!
Oggi i pomodori hanno un ricordo in più!

Gaia.... sono logorroica, si lo so... e poi sono anche photorroica....
Potrai mai perdonarmi?

nasinasi

enza ha detto...

avevo 17 anni e i pomodori stavano al sole.
i miei escono e nella villetta al mare entra uno stuolo di amici.
c'è voluto poco per finire a gavettoni e i pomodori hanno fatto la doccia.
ancora mia mamma si chiede a distanza di 20 anni come mai quell'anno le si sono muffiti dentro i barattoli.
nasinasi a te.

dada ha detto...

Dopo aver sofferto di ipertensione salata finalmente possono riposare ;-) Grazie mille per la preziosa ricetta

ziamaina ha detto...

Premesso che ADORO i pomodori e ringrazio il mio concittadino Colombo per averli fatti arrivare in Europa (insieme a patate, cacao, caffè e tabacco!); che quelli secchi mi fanno impazzire, infatti, leggendoti, ho rischiato di sbavare sulla tastiera; che capisco sempre più perché tu abbia così poco tempo per postare, visto che fai miliardi di cose mentre non stai al computer; questo post è un colpo basso, perchè adesso, oltre alla voglia di venire a trovarti per spupazzarmi tutti i mici, ci sono queste meraviglie sotto vetro e sale contro la cui acquolina faccio davvero fatica a resistere.
Ma perchè cavolo tutto quello che mi fa (farebbe) star bene è così maledettamente difficile da raggiungere, in TUTTI i sensi???
Complimenti e tanti baci ai mici :-)

Aiuolik ha detto...

Ma sai che mia madre li preparava sempre e io non mi ci sono cimentata? Un po' perché non essendo in casa mi dimenticherei di evitare che i pomodori si riempiano di umidità, un po' perché ci sono i cani che riuscirebbero a fare dei danni!

Ciaoooo!

miciapallina ha detto...

enza, sto immaginadomi lo sguardo perplesso della tua mamma davanti alla muffa!

dada ieri ho usato uno degli ultimi della produzione di due estati fa.... mi sa che i nuovi arrivati riposeranno ben poco!

ziamaina in effetti ho miliardi di cose da fare!
Produrre copertine, cucinare, salare i poveri pomodori, biscottare, cercare mici nei cassonetti.... devo anche leggere gli ultimi 3 o 4 libri che languono sul mio comodino.... e quando posso parto per tre giorni in moto a fare curve!
Sono davvero irrecuperabile!

Aiuolik capisco benissimo!
Noi usciamo di casa la mattina alle sette e rientriamo alla GAtteria intorno alle otto (di sera) quindi posso pomodorare solo quando le temperature sono roventi e le giornate lunghe!
Se poi piove quando sono in ufficio... ho perso tutto!
Per non parlare dei gatti che amano dormire al fresco sotto le cassette!
però senza pomodori sarei perduta!
Come potrei cucinare le mie cosettine? Quindi di necessità virtù!

nasinasi

salsadisapa ha detto...

ciao miciapallinaaaaaaaaa che meraviglia! non ho mai fatto i pomodori secchi! mannaggia alle conserve: me li imbarattolano tuttiiii!! nasinasiessiccati :D

Laura ha detto...

ciao
ho messo le spiegazioni per fare il bordo che ti interessava.
Se vuoi le trovi qui
http://laura-fa.blogspot.com/2009/09/copertina-lavorata-in-diagonale.html
Buona giornata, ciao

sabrine d'aubergine ha detto...

Senti, non ti sembrerebbe il caso di postare qualcosina per i tuoi amici bloggers? Ti aspettiamo! A presto
Sabrine

ele ha detto...

ciao miciapallina,
Alice e Martino vorrebbero conoscerti meglio e quindi ti hanno assegnato un meme, quando vuoi passa da noi a ritirarlo. baci ele

JAJO ha detto...

Sai che un trattamento di sole così non dispiacerebbe neanche a me ? hahahahaha

P.s.: il sole Sardo è tutta un'altra cosa !!!!!

Mariù ha detto...

Buoni!!!!!!!! E te lo dice una calabresotta....

Gatadaplar ha detto...

Mi hai fatto venire una voglia di pomodori.... come faccio che il sole è ormai in letargooooooooo :*D

Mi appunto la tua pagina e l'estate prossima, visto che non andremo in vacanza, ma ce ne staremo qui a dipingere casa, proverò a farli!
... solo un dubbio enorme... :P

Casa nostra è esposta al sole solo nel pomeriggio (ma se fa caldo lo fa per davvero!!! ^_____^) e ho gatti che girellano qui intorno (oltre ai nostri 2)... come posso fare?...

Grazie un baciottone x 2!!!

miciapallina ha detto...

Gata Temo che con poco sole l'effetto secco non venga.
Se non sono abbastanza rapida da toglierli quando scende la sera si ammorbidiscono di nuovo!
E' l'effetto del sale che chiama l'acqua!
... Se risolvi questo PICCOLO problema, per i gatti non ci sono problemi!
Alla Gatteria circolano in sette...

nasinasi

 
/// Accettazione Cookie -> /// – Stile del Banner –> ///– Script dei cookie –> ///– Gestione barra dei cookie –> /// Accettazione Cookie – Fine –>